Cucina del mondo

Ricette gustose di Kika Frizzantina (Sandra Bubù)

Amo cucinare, fotografare le mie pietanze, commentare le mie esperienze in giro per il mondo.
Da un prodotto povero e genuino trasformo in una pietanza chic.

Troverete le mie ricette, ricette di chef famosi e colleghi e di amiche appassionate per la culinaria

Parlo di sensi in tudo e non solo di gusto...
La risposta é semplice: un piatto non si conosce solo attraverso i sapori ma attraverso il perfetto connubio tra aspetto, odore, gusto e… suono!

https://www.facebook.com/kikafrizzantina


cuoca, chef, masterchef, food, ristoranti, ricette, cucina, carlo cracco, joe bastianich, carne, grigliata, cook,


venerdì 22 gennaio 2016

Polpettine di ceci e miglio

1 Ceci in scatola, scolati
    1
    Uova
    100
    grammi di Miglio
    100
    grammi di Pangrattato
    1
    Spicchio di aglio
    30
    grammi di Parmigiano Reggiano
    1
    pizzico di Pepe nero
    1
    pizzico di Sale
    1
    cucchiaio da tè di Prezzemolo
    2
    cucchiai da tavola di Olio extravergine d'oliva (EVO)
    3
    bicchieri di Olio di semi per frittura, Olio di arachidi

2.

    Sciacqua bene il miglio (l’acqua deve essere limpida). Porta a bollore l’acqua in un pentolino, sala e cuoci il miglio per 15 minuti.

    Prepara delle polpettine e friggile.

    Frulla i ceci con il basilico, il prezzemolo, lo spicchio di aglio e l’olio. In una ciotola mescola il miglio, l’uovo, il parmigiano, il pangrattato e il frullato di ceci con il sale il pepe.

lunedì 18 gennaio 2016

I benefici del burro chiarificato e come fare a casa



La scienza moderna ha constatato solo ora ciò che la disciplina della salute ayurvedica ha detto per migliaia di anni: il burro chiarificato possiede una serie di benefici per la salute e la cucina ed è buono per la mente e per lo spirito.
Ritengo che il burro chiarificato sia un cibo energizzante essenziale, ottimo per cucinare e per il gusto!
1. Il burro chiarificato ha un elevato punto di fumo (250 ° C 482 ° F). Si può cucinare e friggere con il burro chiarificato e non rilascia radicali liberi, come succede a molti altri oli.
2. Il burro chiarificato non si guasta facilmente e quindi non ha bisogno di refrigerazione. Alcune miscele di questo burro durano fino a 100 anni.

3. Un sapore burroso che non causa allergie al lattosio. Il burro chiarificato è fatto con burro, ma i residui secchi del latte e le impurità sono state rimosse quindi la maggior parte delle persone che sono intolleranti al lattosio o alla caseina non hanno nessun problema con il burro chiarificato.
Alta Nutrizione:
4. Il burro chiarificato è ricco di olio solubile con vitamine A, D e E.
5. Il burro chiarificato è ricco di K2 e CLA (acido linoleico coniugato), un antiossidante con proprietà anti-virali, se proviene da mucche nutrite solo con erba.
6. Il burro chiarificato è nutrizionalmente ricco come l' olio di cocco. Il burro chiarificato è ricco di acidi grassi a media catena che vengono assorbiti direttamente dal fegato (come i carboidrati) e bruciati sotto forma di energia. Gli atleti possono usare il burro chiarificato come una fonte di energia costante.
7. Perdita di peso. L'energia di questi acidi grassi a catena media può essere utilizzata per bruciare altri grassi nell'organismo e perdere peso.
La digestione e il sistema immunitario che si rinfoza.
Il burro chiarificato (a differenza di altri oli) è ricco di acido butirrico, che ha pochi acidi grassi a catena. I batteri benefici dell'intestino li convertono in fibra e in acido butirrico e quindi si può utilizzare quel burro per l'energia e un supporto alla parete intestinale. Un corpo sano rende quindi propria la forma del 'burro chiarificato', ma ci si può anche aiutare semplicemente consumandolo.
8. Un apparato digerente in salute. La ricerca mostra che le persone con apparato digerente non sano non riescono a produrre acido butirrico.
9. Il sistema immunitario sano. La ricerca mostra che un'adeguata produzione di acido butirrico sostiene la produzione di cellule T killer nell'intestino, e quindi mantengono il sistema immunitario nello stato ottimale.
10. Anti-infiammatorio e anti-cancro. I ricercatori stanno usando integratori a base di acido butirrico per via orale e clisteri sempre a base di acido butirrico per il trattamento di malattie infiammatorie croniche intestinali come il morbo di Crohn e colite ulcerosa. I medici della disciplina ayurvedica hanno utilizzato i clisteri burro chiarificato per secoli con l'intento di diminuire l'infiammazione.
11. Un forte appetito. Il burro chiarificato stimola la secrezione di acido gastrico, favorendo così il processo digestivo. Una migliore digestione è uguale a una salute migliore e alla diminuzione del peso.
12. Le molecole dell' emozione. La ricerca moderna sta rivelando solo ora che le emozioni negative hanno una natura chimica. Questo è quello che le culture antiche hanno sempre sostenuto, e cioè che la mente e il corpo sono un tutt'uno. Queste sostanze chimiche sono contenute e immagazzinate proprio nel grasso. Il burro chiarificato può essere utilizzato per sostituire i grassi. Inoltre, se utilizzato correttamente durante la pulizia, è in grado di attrarre e tirare fuori queste tossine emozionali in modo che possano purificare il corpo.
13. Alimentare Positivo. All'interno della filosofia Ayurveda,i l burro chiarificato è considerato uno degli alimenti più importanti. Si tratta degli alimenti detti "satvica" che promuovono la positività, la crescita e l'espansione della coscienza.
14. La vacca sacra. I sottili effetti positivi del burro chiarificato si dice che derivino dal fatto che arrivano mucche che vivono liberamente. Le mucche sono considerate speciali o sacre perché ricevono e immagazzinano migliaia di energie spirituali che derivano dall'ambiente. Il latte delle mucche contiene dunque l'essenza di tutte quelle energie e il burro chiarificato è l'essenza del latte.
15. Friggere le spezie nel burro chiarificato. Molte delle proprietà medicinali delle erbe e delle spezie possono essere assorbite e trasportate alle zone dedicate all'attività del corpo grazie all'azione del burro chiarificato. Questo è il motivo per il quale Ayurveda utilizza il burro chiarificato in migliaia di preparazioni a base di erbe diverse. Potete fare la stessa cosa quando friggerete le spezie da cucina nel burro chiarificato prima di aggiungerlo ai vostri piatti.
Come fare e conservare il burro chiarificato. Il burro chiarificato è fatto allo stesso modo del normale burro, è soltanto riscaldato più a lungo. Le due cose che compromettono il burro chiarificato sono l'acqua e la luce del sole. Riponete sempre il burro chiarificato in un contenitore con una buona tenuta ermetica e al buio. Questo è il motivo per cui è meglio non conservare il burro chiarificato in frigorifero se si utilizza spesso. Quando viene aperto a contatto con aria calda, l'acqua si condensa sul burro chiarificato e causa l'ossidazione. Il burro chiarificato durerà 2-3 mesi se lo terrete in un contenitore ermetico. Se conservato in frigorifero, senza aprirlo, il burro chiarificato può durare fino a un anno.
Non abbiate paura del burro chiarificato. In passato si pensava che il burro chiarificato non fosse sano perché contiene grassi saturi, ma la ricerca ha ora rivelato la verità su grassi e gli oli. Il burro chiarificato è uno dei sette grassi sani di cui avete bisogno nella vostra cucina.

Come preparare il burro chiarificato a casa.

Procedimento 

Metodo 1 
Mettere il burro in un pentolino. Farlo sciogliere a bagnomaria per circa 10/15 minuti, senza mai farlo bollire. Una volta fuso, affiora una schiuma, costituita da caseina ed altre impurità (sono queste che bruciano a basse temperature, rendendo il burro indigesto). A questo punto il burro acquista una limpidezza simile a quella dell'olio. Asportare la schiuma con un cucchiaio oppure filtrandolo con un colino a trama fitta facendo attenzione a non smuovere il deposito sul fondo. Ora avete ottenuto un burro chiarificato. 
Metodo 2 
Sciogliere il burro a bagnomaria. Metterlo in un bicchierino e riporlo in frigorifero per un po' di tempo. Una volta tolto dal frigorifero girare il bicchierino ed eliminare la caseina formatasi sotto (la parte bianca). 

Conservazione 
Il burro chiarificato può essere tenuto in un vasetto di vetro a chiusura ermetica in frigorifero in attesa dell'utilizzo. 
Da 500 g di burro otterrete circa 300 g di burro chiarificato.

venerdì 15 gennaio 2016

Come fare lo yogurt in casa: la preparazione passo passo

Come fare lo yogurt in casa: la preparazione

La prima cosa da fare per preparare lo yogurt fatto in casa è scaldare il latte in una pentola: la sua temperatura, però, deve essere compresa tra i trentotto e i quarantasei gradi. Se il latte è UHT ci si ferma a 40° che è la temperatura di fermentazione. Se il latte è fresco pastorizzato o crudo allora prima si fa bollire e poi raffreddarlo fino a 42°.
come fare lo yogurt in casa

Come fare lo yogurt in casa: la preparazione passo passo

La precisione è importante perché il caldo fà partire la fermentazione ma se eccessivo “uccide” completamente i batteri. Quindi è meglio usare un termometro da cucina (ricordate che quello che non avete in casa, ce l’ha sicuramente la super- organizzata vicina, perciò bussate senza paura).


Dopodichè unite al latte i fermenti o il contenuto dei vasetti di yogurt. Amalgamate senza fare grumi. A questo punto, dovete mantenere la temperatura tra i 38° e i 45° per lasciare fermentare il composto. A seconda del grado di cremosità che si vuole raggiungere e del tipo di altte impiegato, si devono far passare dalle 6 alle 12 ore. Per questo ideale è usare un thermos capiente.

Altri metodi per tenerlo leggermente caldo sono: tenere in forno appena tiepido (attenzione a non superare i quaranta gradi) per tutta la notte.  Dopo la fase di fermentazione, setacciate il composto con un colino per togliere i grumi del coagulo.

sabato 9 gennaio 2016

Filetto di manzo in crosta di panettone

Ingredienti
  • 2 medaglioni di filetto di manzo (ca. 200g cad.)
  • 50g di panettone (solo la crosta esterna)
  • 30g di mandorle
  • olio evo
  • sale e pepe
  • PER LA RIDUZIONE AL MOSCATO:
  • 250ml di Moscato (io ho usato un Moscato di Pantelleria)
  • 15g di cioccolato fondente
  • 40g di miele
Procedimento
  1. Versare il Moscato in un pentolino dal fondo spesso, aggiungere il miele e il cioccolato grattugiato e mettere sul fuoco a ridurre (occhio a non addensarlo troppo che una volta raffreddato si addensa ancora di più...a me ci è voluta una mezz'oretta).
  2. Tritate il panettone con le mandorle e fare tostare la granella ottenuta in una padella antiaderente senza aggiunta di condimenti. Distribuire poi la granella su una placca rivestita di carta forno e insaporirla con sale e pepe.
  3. Legare i due medaglioni di filetto con lo spago da cucina e sigillarli su entrambi i lati (30 secondi per lato) in una padella antiaderente velata di olio caldissimo. Prelevarli dalla padella e farli raffreddare.
  4. Ripassare i medaglioni su entrambi i lati nella panure di panettone e mandorle premendo bene per fare in modo che aderisca. Distribuire la granella rimanente sulle fette di filetto e cuocerle nel forno preriscaldato a 200° per 15 minuti circa (occhio a non fare bruciare la granella! in caso, coprite con una foglio di carta forno o di alluminio).
  5. Servire i filetti nappandoli con la riduzione di Moscato e cospargendoli con altra granella tostata (quella rimasta sulla placca da forno, per intenderci).