Il Girone dei Golosi

Ricette gustose di Sandra Bubù

Amo cucinare, fotografare le mie pietanze, commentare le mie esperienze in giro per il mondo.
Da un prodotto povero e genuino trasformo in una pietanza chic.

Troverete le mie ricette, ricette di chef famosi e colleghi e di amiche appassionate per la culinaria

"La cucina è
l'atto più privato e rischioso. Nella cucina cè la tenerezza o il odio.
Si versa
nella padella condimento o veleno.
Cucinare
non è il servizio.
Cucinare
è un modo di amare gli altri. "


https://www.facebook.com/kikafrizzantina


cuoca, chef, masterchef, food, ristoranti, ricette, cucina, carlo cracco, joe bastianich, carne, grigliata, cook,


martedì 22 maggio 2012

Pane Loaf mrs. Doris Grant

  • 450 g di farina 100% integrale
  • 25 g di burro non salato, freddo, a pezzetti
  • 2 cucchiaini di sale fino
  • 350 ml circa di acqua a temperatura corporea, 35°-38°
  • 1 cucchiaino di lievito granulare disidratato
  • 1 cucchiaino di estratto di malto (o miele o zucchero di canna)
  • 1 stampo rettangolare 23 cm x 13 cm x 7 cm (profondità)

Procedimento
Versate a pioggia il lievito sopra due dita d'acqua tiepida. 10-15 minuti sono sufficienti per riattivarlo: dovrà apparire leggermente spumoso.
Mischiate la farina con il burro usando un mixer a lame (funzione “pulse”).
Trasferite la farina in una terrina capace, aggiungete il sale e mescolate.
Versate il lievito, mescolate.
Aggiungete la rimanente acqua ed impastate delicatamente per circa 3-4 minuti. Quest’impasto deve rimanere piuttosto “scivoloso” ma non “bagnato” (questi sono i termini usato da Doris Grant).
Date all’impasto una forma a salsicciotto e collocatelo nello stampo precedentemente unto ed intiepidito (mettetelo in forno moderato per alcuni minuti).
Inserite lo stampo in una busta pesante di plastica e fate lievitare per circa 40-60 minuti, o fino a che abbia quasi raggiunto i bordi.
Spolverizzate con della farina.

lunedì 21 maggio 2012

Ricetta Pasta Fillo


Per 4 persone
Difficoltà = Difficile

Ingredienti:
400 gr di farina 00
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
acqua (tiepida) q.b
sale q.b
Preparazione:
1)In una tavola versare la farina,il sale,l’olio e a poco a poco l’acqua
2)Lavorate bene fino ad ottenere una pasta elastica
3)Dividete la pasta in 7 parti e lasciate riposare per 25 minuti
4)Quando il tempo sarà trascorso stendere i 7 pezzi di pasta e sovrapponeteli uno sopra all’altro
Ideale per: dolci , torte salate ,antipasti ,barchette,bignè salti ecc
Se non avete pazienza...andate a comprare la pasta quella che si fa involtini cinese. Va bene ugualmente

SODA BREAD


Il soda bread è il tipico pane irlandese integrale a lievitazione istantanea: la lievitazione avviene cioè in forno, usando il bicarbonato di sodio come agente lievitante. Altro ingrediente fondamentale è il “buttermilk”, il latticello: io l’ho da sempre sostituito con delle yogurt magro e i risultati sono eccellenti.
È un pane meraviglioso e facilissimo, adattissimo a chi stia muovendo i primi passi nella panificazione casalinga e a chi voglia avere del buon pane integrale sempre a disposizione. Si conserva ben avvolto nella stagnola per due giorni al massimo: poi perde la sua magia e diventa secco. Il soda bread tostato è eccezionale ed è anche molto buono per accompagnare minestre e formaggi stagionati. Cioè è un pane da cena e da colazione.
Tenendo conto che in poco più di un’ora potete portare in tavola un pane integrale eccellente, questa è una ricetta da avere nel proprio repertorio.

Ingredienti

    30 g di burro
    500 ml di yogurt
    450 g di farina integrale
    1,5 cucchiaini di sale fino
    1 cucchiaino di zucchero di canna (facoltativo
    1 cucchiaino raso di bicarbonato di sodio


Procedimento

Scaldate il forno a 225° C. Imburrate uno stampo da plum cake della capacità di 1 kg (dimensioni: 22 x 12 x 6,5 cm, circa). Potete anche usare due stampi, più piccoli. Fate fondere il burro con un cucchiaio di acqua e unitelo allo yogurt. Alla farina integrale (vale veramente la pena usare qui quella biologica), unite sale fino, zucchero di canna (facoltativo) e bicarbonato di sodio. Mescolate molto bene.
Aggiungete lo yogurt alla farina. Bagnatevi le mani e usatele per mescolare l’impasto, che risulterà molliccio: non preoccupatevi, va bene così. Dovete agire velocemente ma delicatamente: questo perché il bicarbonato di sodio inizia ad agire appena entra a contatto con lo yogurt. Travasatelo nello stampo, spolverizzatelo con 1 cucchiaio di farina integrale e infornatelo. Non preoccupatevi di lisciare il sopra: il pane avrà un aspetto più rustico e si formerà una crosta appetitosa.
Cuocete per 15 minuti, portate poi il forno a 200° C e cuocete per altri 30 minuti circa. Tirate il pane fuori dal forno e dopo 5 minuti dallo stampo. Rimettetelo in forno per altri 10-15 minuti: in questo modo anche le pareti potranno assumere un bel colore marrone scuro.
Fatelo raffreddare su una gratella e gustatelo tiepido o la mattina dopo, tostato.

Sandra

Watermelon Bubble Tea


Rende circa 2 bicchieri

1/3 di un cocomero
Succo di mezzo lime
2 cucchiai di zucchero
4 cucchiai di acqua
Due grandi manciate di cubetti di ghiaccio
Una manciata di perle di tapioca

In una grande pentola piena d'acqua, cuocere le perle di tapioca per 15 - 20 minuti, finché sono teneri. Scolare e si dividono in due, mettendoli in fondo di due bicchieri.

In una piccola casseruola, far bollire il 4 cucchiai di acqua con 2 cucchiai di zucchero per fare lo sciroppo di zucchero. Fate bollire finché lo zucchero si è sciolto. Aggiungi ad un frullatore con l'anguria, ghiaccio e limone e mescolate bene.

Versare i due bicchieri e servire, preferibilmente con una cannuccia humungous.

Chutney di ananas

idea regalo.
Ingredienti

    3 cucchiai di olio vegetale
    1 cucchiaino di semi di cumino
    1 spicchio grande d'aglio, tritato
    1 ananas , torsolo e tagliate a pezzi
    30 ml malto o l'aceto di sidro
    85 g di zucchero di canna
    ½ cucchiaio di pepe nero macinato grossolanamente
  

preparazione
1

In una casseruola basata pesante, scaldare l'olio a fuoco medio.
2

Aggiungere i semi di cumino e l'aglio tritato, soffriggere per un paio di minuti.
3

Suggerimento nei pezzi di ananas e mescolare, cuocere per 7-10 minuti.
4

Ora aggiungete l'aceto e lo zucchero. Mescolare bene per assicurarsi che lo zucchero si scioglie. Lo zucchero di canna darà il chutney un bel colore caramello.
5

Fate bollire a fuoco medio e far cuocere per altri 10 minuti.
6

A questo punto aggiungere la maggior parte del pepe nero, un pizzico lasciando da parte per dopo. Se ritieni che il tuo chutney è asciugatura, è possibile aggiungere un po 'd'acqua per inumidire. Continuare a cuocere per 45 minuti fino a quando i pezzi di ammorbidire e la maggior parte l'umidità è evaporata. Siete alla ricerca di una consistenza sciropposa.
7

Ora aggiungete il restante pepe nero macinato e mescolate attraverso. Lasciar raffreddare e cucchiaio in vasetti sterilizzati. Sigillare e lasciare chiuso in un luogo fresco. Il chutney si conserva per 4-6 settimane.

mercoledì 16 maggio 2012

BARBE DI CIPOLLOTTI CARAMELLATI


Oggi vi propongo una facile ricetta di insolito recupero: barbe di cipollotti caramellate con “scorze” di carota.
Le radici di porri e cipollotti è davvero un peccato buttarle via. Posso essere tostate, glassate, caramellate o semplicemente finire in una minestra. Visto che non è ancora stagione di agrumi ho usato, per dare un tocco di colore alle barbe, la buccia di una carota, ottenuta usando un riga-limoni (che funziona benissimo anche su molte verdure come le carote).
Ricetta per 4
Ingredienti
Le barbe di 8 cipollotti o porri
1 cucchiaio di malto d’orzo
Sale
1 cucchiaio di burro vegetale (senza grassi idrogenati)
1 carota (si utilizza solo la buccia)
Preparazione
Come sempre tutti gli ingredienti devono essere biologici. Tagliate le barbe alla base del porro/cipollotto e lavatele bene. Fate scaldare un pentolino d’acqua e quando questa bolle immergete per qualche secondo le barbe. Scolatele e conservate l’acqua per innaffiare. In una padella fate sciogliere il burro, aggiungete le barbe e fatele saltare per circa 5 minuti a fuoco medio. Unite il malto d’orzo e il sale e lasciate caramellare per altri 5 minuti. Spegnete il fuoco e aiutandovi con due bacchette di legno formate 4 mini gomitoli di barbe. Non aspettate troppo perché se no solidificheranno in un unico blocco. Servitele su un unico piatto o mini da finger food (non quelli usa e getta però). Completate rigando con un riga-limoni una carota e usando le “scorzette” ottenute per completare le mini porzioni di barbe. Servite come aperitivo.
VISITA SITO AUTORE RICETTA-CUCINA ECO DI Lisa Casali

CHIPS DI PATATE AL FORNO


Bucce di patata: lo scarto per eccellenza soprattutto in questa stagione meno ricca di ortaggi.
Mentre preparate una teglia di patate al forno approfittatene per cuocere a parte anche le bucce che sgranocchierete con l’aperitivo.
La ricetta è semplicissima.
La regola numero 1 come sempre  è utilizzare patate biologiche. La seconda cercare di ottimizzare al massimo l’utilizzo del forno e sfruttare il più possibile il calore prodotto per cuocere, scaldare, essiccare.
Ingredienti
Le bucce di 1 kg di patate
1/2 bicchiere di formaggio grattugiato
1 pugno di molliche di pane sbriciolate
Sale e pepe
Olio extravergine
Spezie a piacere: curcuma, paprika, peperoncino in polvere, timo, maggiorana


Preparazione
Lavate bene e asciugate le patate. Sbucciatele come al solito. Utilizzate le patate come preferite. Se non utilizzate subito le bucce congelatele. Stendete le bucce su una placca da forno in modo che non siano sovrapposte. Cospargete le bucce con le molliche di pane, il formaggio, un filo d’olio estravergine, sale, pepe e completate con le spezie.
Cuocete in forno per circa 20 minuti a 180° circa. Se state utilizzando il forno a temperature superiori saranno sufficienti 15 minuti. Viceversa a 160° serviranno 30 minuti.
Servitele subito con bollicine a vostra scelta.

VISITA SITO AUTORE RICETTA-CUCINA ECO DI Lisa Casali
http://cucinaeco.wordpress.com/2011/02/16/bucce-di-patata-al-forno/

Snack di bucce di fichi


I fichi sono uno dei miei frutti preferiti, per questo motivo questo è per me uno dei periodi più belli dell’anno. Durante la breve vacanza che ho appena fatto in Montenegro e Bosnia ne ho assaggiati (più che assaggiati ”divorati”) di buonissimi. Questa ricetta è dedicata a chi li gusta senza buccia.
Tenete le bucce da parte e conservatele per preparare questo snack di bucce che richiede poco lavoro e si conserva a lungo.
Ingredienti
La buccia di 1 kg di fichi
1/2 bicchiere di zucchero (meglio se di canna grezzo)

Preparazione
Lavate bene i fichi e asciugateli prima di sbucciarli. Stendete lo zucchero su un vassoio e disponetevi le bucce. Premetele contro lo zucchero in modo che aderisca bene, quindi giratele e premete ancora. Conservate lo zucchero in eccesso per altre preparazioni (marmellate, conserve, ecc.) e essiccate le bucce scegliendo il metodo che è vi è più comodo. Consiglio di approfittare della stagione ancora calda per essiccare le bucce al calore del sole. Al sole saranno sufficienti 1 o 2 giornate di sole intenso (la sera proteggete le bucce dall’umidità mettendole in casa), con l’essiccatore 3 ore e in forno 2 ore. Conservate gli snack di bucce in vasetti con chiusura ermetica.

VISITA SITO AUTORE RICETTA CUCINA ECO DI Lisa Casali
http://cucinaeco.wordpress.com/2010/08/30/snack-di-bucce-di-fichi/

Baccelli finger food


Baccelli e poco altro: croccanti e saporiti, purchè freschissimi e biologici. Autoprodurseli sarebbe l’ideale e la pianta di pisello arrampicandosi non richiede nemmeno tanto spazio. Ricetta per un aperitivo per 6
Ingredienti
1 kg circa di baccelli freschissimi
1 bicchiere di parmigiano grattugiato
1 bicchiere di pane secco sbriciolato
Olio extravergine d’oliva
Sale e pepe
1 pizzico di paprika
1 pizzico di curcuma

Preparazione
Lavate bene i baccelli, cuoceteli in pentola a pressione per 10 minuti dal fischio in poca acqua. Scolateli e disponeteli su una placca da forno. Scaldate il forno a 180°. Spolverizzate i baccelli con gli altri ingredienti e completate con un filo d’olio extravergine d’oliva. Infornate a 180° per 15 minuti e servite.

VISITA SITO AUTORE RICETTA ECOCUCINA DI Lisa Casali
 http://cucinaeco.wordpress.com/2010/03/25/baccelli-finger-food/

Pout pourri edibile o insalata di alghe?

Verdure, semplicemente bellissime foglie, gambi, bucce e altri ortaggi disidratati. Il bello delle verdure essiccate è che:
- si conservano per settimane,
- sono facili da trasportare perchè occupano pochissimo spazio e non c’è rischio che sporchino,
- la tecnica per prepararle è facilissima e ideale per utilizzare bucce, foglie, gambi,
- con l’essicazione il gusto si concentra e diventa allo stesso tempo più saporito, piccante, gustoso,
- la consistenza diventa croccante,
- è un modo per utilizzare verdure (ma volendo anche carne e pesce) che altrimenti buttereste via (ad esempio se dovete andare via),
- con poca energia si prepara una grande quantità di cibo che può essere poi impiegato quando serve,
- a livello nutritivo si conservano vitamine, sali minerali e fibre.
Una volta che avrete essiccato le verdure potete consumarle come un’insalata oppure usarle per preparare pasta, risotti, zuppe, secondi e pure dolci. Per informazioni su come essiccare leggete questo post.

Potete variare gli ingredienti dell’insalata a seconda della stagione e di quello che avete in casa. Inoltre  potete essiccare adesso per mangiare in autunno o in inverno. Ad esempio i pomodorini che una volta essiccati si conservano anche sei mesi sottovuoto. Ricetta per 4.

lunedì 14 maggio 2012

Ricette Tajin-cucina marocchina

La tajine è una sorta di pentola in terracotta formata da un piatto sottostante, nel quale viene riposto il cibo da cucinare, e da un coperchio di forma conica che permette la cottura degli alimenti a vapore, catturandone i sapori. Questo recipiente è utilizzato in tutto il nord Africa sia come piatto da portata che come recipiente per la cottura dei cibi. Diversi piatti tipici di carne, pesce o verdura sono chiamati con lo stesso nome: la tajine è utilizzata in tutte le abitazioni, dalle più umili ai palazzi più sfarzosi, e diventa oggetto decorativo e di valore. Adatto per fuoco a gas, piastra elettrica, forno, forno a microonde.

Tajine di pollo con miele e frutta secca
Cottura 30 min, per 6 persone.
Ingredienti :
1 pollo
2 cipolle
3 spicchi aglio
150g di mandorle
250g di datteri
25cl di brodo di verdure
4 cucchiai d'olio
3 cucchiai di miele
6 foglie di coriandolo
1 cucchiaino da caffé di zenzero in polvere
1 cucchiaino da caffé di cannella in polvere
1 pizzico di zafferano
sale, pepe

Preparazione
 In una pentola a pressione, imbiondisci nell'olio la cipolla e il pollo tagliato a pezzetti. Cospargi la carne di spezie sala, pepa e mescola per un minuto. Aggiungi il miele e avvolgi e mescola bene finché tutti i pezzi di pollo sono avvolti nel miele. Fa dorare le mandorle in una padella. Mettile nella pentola a pressione, aggiungi i datteri, le foglie di coriandolo spezzettate e infine il burro Chiudi la pentola a pressione e lascia cuocere per 30 minuti. Servi caldo con del cous cous.

Tajine di verdure per i vegetariani
Ingredienti
500 gr. di patate a tocchetti
5 carciofi a spicchietti
4 peperoni rossi spellati (con il pelapatate)
500 gr. ceci cotti
50 gr.olive nere
1 piccolo limone
zafferano
1 cipolla
2 spicchi di aglio
1 cucchiaio di harissa o berberè coriandolo e prezzemolo tritato
olio di oliva

Preparazione
Soffriggi la cipolla e l’aglio in un po’ d’olio. Aggiungi harissa – salsa di peperoncino rosso piccante, olio di oliva, coriandolo, aglio- o il berberè – salsa a base di spezie molto piccante, a base di pepe, paprika, aglio- , mescola bene. A fiamma bassa, aggiungi i peperoni, le patate ed i carciofi, mescola bene e fai insaporire il tutto. Aggiungi lo zafferano, i ceci, un bicchiere di acqua e un pizzico di sale. Continua a cuocere a fiamma bassissima e con il coperchio. Quando i carciofi e le patate sono quasi cotti, aggiungi il succo di mezzo limone e le olive. Fai cuocere per 20 minuti. Verso la fine scoperchia per ridurre il liquido di cottura, se è troppo. A cottura ultimata aggiungi il prezzemolo tritato ed il coriandolo e lascia riposare per alcune ore.

Per cucinare il tajine è consigliabile acquistare la pentola apposita, alcuni – ma non i puristi- utilizzano anche la pentola a pressione ma naturalmente a scapito del gusto originario. I cocci per il tajine possono essere acquistati nei negozi di prodotti e pentole etnici o nei mercatini.
Una moderna pentola in silicone disponibile in vari colori si può acquistare consultando questo sito  o da Ikea


Tajine di agnello con prugne

Cottura di 2 ore circa, preparazione di 15 minuti, ricetta per 6 persone.
Ingredienti:
1,2 kg di spalla agnello a pezzetti
400g prugne
 100g mandorle pelate
2 cipolle grandi
1 bastoncino di cannella
1 cucchiaino da caffé di cannella in polvere
3 cucchiai di miele
½ cucchiaio di curcuma
3 cucchiai d'olio d'oliva
1 cucchiaino da caffé di pepe sale

Preparazione
Pela le cipolle e tagliale a lamelle. In una pentola a pressione versa 2 cucchiai d'olio d'oliva e le cipolle , lascia imbiondire per tre minuti mescolando con una spatola di legno. Metti la carne sulle cipolle , aggiungi il bastoncino di cannella, la curcuma e il pepe. Aggiungi 40 cl d'acqua, porta a ebollizione, copri, abbassa la fiamma e lascia cuocere a fuoco lento per 1 ora. Aggiungi il sale. Risciacqua le prugne e aggiungile alla carne. Lascia cuocere per 30 minuti. Mescola il miele e la cannella in polvere, versalo nella pentola a pressione e lascia cuocere per 15 minuti senza coprire. Scalda il resto dell'olio in una padella. Fai imbiondire le mandorle per qualche minuto a fuoco vivo. Cospargi di mandorle la carne e servi molto caldo.
Consiglio: si può accompagnare con del riso bianco cotto a vapore.

Ecco un tajine delizioso dai toni agrodolci

venerdì 11 maggio 2012

RECEITAS SUCOS DE FRUTAS

RECEITAS DE SUCOS DE FRUTAS



ABACATE
Abacate, Ameixa e Pêra
Abacate, Brocólis e Couve Chinesa



ABACAXI
Abacaxi e aipo
Abacaxi, amora e maçã
Abacaxi, beterraba, cenoura e limão
Abacaxi, laranja e coco
Abacaxi, limão e batata-doce
Abacaxi e uva



AMEIXA
Ameixa, abacate e pêra
Ameixa e gengibre
Ameixa, laranja, limão e mamão
Ameixa, laranja e uva
Ameixa, manga e maçã





AMORA
Amora, abacaxi e maçã
Amora e maçã
Amora, morango e uva
Amora, aveia e erva doce





KIWI
Kiwi, espinafre e laranja
Kiwi, laranja e uva
Kiwi, água de coco, melão e hortelã



LARANJA
Laranja e maçã
Laranja e limão
Laranja, limão e mamão
Laranja e pêssego
Laranja, kiwi e espinafre
Laranja, kiwi e uva


LIMÃO (Galego ou Taiti)
Limão, abacaxi e batata-doce
Limão, aipo, pepino e tomate
Limão e laranja
Limão, laranja e mamão
Limão e maçã
Limão, maçã e morango
Limão e melão



MAÇÃ
Maçã, aipo, beterraba, cenoura e salsinha
Maçã, abacaxi e amora
Maçã, ameixa e manga
Maçã e amora
Maçã e cenoura
Maçã e laranja
Maçã e limão
Maçã, limão e morango

RECEITAS FACEIS DE SUCO DE VERDURAS

RECEITAS FÁCEIS DE SUCOS DE VERDURAS



AIPO
Aipo, alho, manjericão e tomate
Aipo, beterraba e cenoura
Aipo, limão, pepino e tomate



ALFACE
Alface, beterraba e cenoura
Alface, broto de alfafa e cenoura
Alface, cenoura, espinafre, nabo, salsinha
Alface, cenoura, repolho
Alface, pepino e rabanete



BETERRABA
Beterraba, aipo e cenoura
Beterraba, aipo, cenoura, maçã e salsinha
Beterraba, cenoura e maçã
Beterraba, cenoura e pepino





BRÓCOLIS
Brócolis e cenoura
Brócolis, cenoura e maçã
Brócolis, aipo e pepino



CEBOLA
Cebola, espinafre e pimentão vermelho
Cebola,limão e tomate
Cebola e hortelã


CENOURA
Cenoura, aipo, beterraba, maçã e salsinha
Cenoura, couve galega, maçã e salsinha
Cenoura, laranja, kiwi e manjericão
Cenoura e maçã
Cenoura, maçã, gengibre e salsinha
Cenoura, maçã e brócolis



ESPINAFRE
Espinafre, alface, cenoura, nabo, salsinha
Espinafre e cenoura
Espinafre, cenoura e folhas de nabo
Espinafre, cenoura e repolho



PEPINO
Pepino e cenoura
Pepino, beterraba e cenoura
Pepino, aipo, limão e tomate
Pepino, aipo e brócolis
Pepino, cenoura, couve-galega e pimentão verde
Pepino, azeitona, cenoura e manjericão




REPOLHO
Repolho e cenoura
Repolho, aipo e cenoura
Repolho, aipo e tomate
Repolho, cenoura e espinafre


TOMATE
Tomate, agrião e rúcula
Tomate, aipo e repolho
Tomate, aipo, alho e manjericão
Tomate, cebola e limão
Tomate, pepino, aipo e limão

mercoledì 9 maggio 2012

Ricotta fatta in casa-Ricota feita em casa

Preparazione

Ricotta fatta in casa
In una pentola mettete il latte, la panna ed il sale (1). Riscaldate a fiamma media mescolando in continuazione (2) fino a raggiungere 80º (3) . Aggiungete l’aceto (4), mescolate e continuate la cottura a fiamma bassa per 1 minuto senza far che il latte raggiunga il bollore.

Ricotta fatta in casa
A questo punto vedrete che si formano dei grumi (5). Coprite con uno strofinaccio e lasciate raffreddare a temperatura ambiente. Preparate una ciotola con sopra un colino foderato di garza (6).

Ricotta fatta in casa
Una volta che la nostra ricotta si sarà raffreddata passatela al colino (7); formate un pacchettino con la garza strizzando un po’ per far sì che perda il liquido (8). Lasciate riposare un paio d’ore in frigo e la vostra ricotta sarà pronta (9).

■ Consiglio


Se desiderate una ricotta più leggera potete prepararla senza l’aggiunta della panna. La cremosità dipende dai vostri gusti; più tempo la lasciamo riposare più acqua perderà diventando più soda. Il liquido raccolto è il latticello, ricco di vitamine, proteine e sali minerali. Non buttatelo, potrete usarlo per la realizzazione di pane, focacce, ecc. Provate a fare una torta sostituendo il latte con il latticello, viene morbidissima!

RECEITA EM PORTUGUES:
Em um vaso lugar o leite, natas e sal (1). Aqueça em fogo médio, mexendo sempre (2) até 80 º (3). Adicione o vinagre (4), mexa e continue cozinhando em fogo baixo por 1 minuto sem o leite levantar fervura.
Neste ponto, você verá que trata a forma (5). Cubra com um pano de prato e deixe esfriar à temperatura ambiente. Prepare uma tigela com uma peneira forrada com pano sobre (6).
Uma vez que o nosso queijo ter arrefecido passá-lo através de um filtro (7), formado um pequeno pacote com um pouco de espremer o 'gaze para torná-lo perder o líquido (8). Deixe descansar um par de horas na geladeira e seu queijo estará pronto (9).
Conselho

Se você quiser um mais leve queijo que você pode prepará-lo sem a adição de creme. A cremosidade depende do seu gosto, quanto mais tempo deixá-lo descansar vai perder mais água tornando-se mais firme. O líquido coletado é leitelho, rico em vitaminas, proteínas e minerais. Não jogue, você poderia usar para a realização

domenica 6 maggio 2012

PIRULITO DE QUEIJO RALADO-PIRULITO DE CAMARAO

Gente acabou a epoca de convidar amigos para um aperitivo a casa e oferecer galinha com farofa ...mesmo que o churrasco è sempre em primeiro lugar ..mas as vezes come sempre picanha, asa de galinha enjoa!
Vcs estaod e acordo comigo meninas?
Os teus convidados p vao adorar comer essas coisinhas deliciosas  acompahnado de cervejinha gelada ou vinho.
ingredientes

Para 6 pessoas

     125 g de queijo ralado-(melhor o parmesao ralado)
     espetos de madeira

processo

A assadeira forrada com papel manteiga.
Com a ajuda de um diâmetro do anel de cerca de 5 cm de os círculos formados de queijo ralado de cerca de 3 mm. de espessura. Coloque em cada círculo um espeto de bambu para formar pirulitos.
Asse a 150 graus por alguns minutos, até que o queijo é derretido. Esfriar e sirva.

nb: pode tambem adcionar no queijo ralado sementinhas de gengerlim ou papavero(nao sei come se chama) è aquelas sementinhas pretas pequenas

A outra receita è essa:
     camarão
     Macarrão de arroz chineses, quebrado em pedaços pequenos
     Uma clara de ovo


Eu coloquei cada camarão em um espeto de madeira. O passo no ovo levemente batido branco e depois fez em o macarrão de arroz em pedaços pequenos.

Para cozinhá-los de mergulho, um pouco de cada vez, em óleo quente. Macarrão chines  de arroz . Aqueles que parecem cabelo de anjo branco.
É bom comer quente.

Pequeno truque. Então, para não queimar os espetos de madeira, deixá-los por meia hora imersa em água gelada.


pirulito de queijo parmesao
pirulito de camarão

giovedì 3 maggio 2012

Dadinhos de tapioca com queijo coalho

Ingredientes
- Farinha de mandioca Biju: 250 gramas
- Queijo coalho: 250 gramas
- Leite: 500 ml
- Sal: 8 gramas
- Pimenta branca: 1 pitada
Modo de preparo
1. Misture o queijo ralado e a tapioca e junte ao leite bem quente, mexendo sempre para não formar grumos.
2. Acrescente os temperos e continue mexendo até a mistura começar a firmar.
3. Despeje em uma assadeira forrada com plástico (para facilitar o desenformar) e cubra com papel filme.
4. Deixe resfriar em temperatura ambiente e leve à geladeira por pelo menos 3 horas.
5. Corte em cubos e frite por imersão a 180ºC, até dourar.
6. Sirva com molho de pimenta agridoce.