Cucina del mondo

Ricette gustose di Kika Frizzantina (Sandra Bubù)

Amo cucinare, fotografare le mie pietanze, commentare le mie esperienze in giro per il mondo.
Da un prodotto povero e genuino trasformo in una pietanza chic.

Troverete le mie ricette, ricette di chef famosi e colleghi e di amiche appassionate per la culinaria

Parlo di sensi in tudo e non solo di gusto...
La risposta é semplice: un piatto non si conosce solo attraverso i sapori ma attraverso il perfetto connubio tra aspetto, odore, gusto e… suono!

https://www.facebook.com/kikafrizzantina


cuoca, chef, masterchef, food, ristoranti, ricette, cucina, carlo cracco, joe bastianich, carne, grigliata, cook,


sabato 29 gennaio 2011

ENOTECA DEI DOGI


Non sono ancora andata a fare una visitina, ma mi sembra ben fornita e poi hanno orario flessibile, 24/24 online.
Presto farò una visitina di quella golosa e setosa...

Enoteca con punto vendita a Mirano in provincia di Venezia dal 2004 e una enoteca online, la 1° e l’unica di Mirano, a disposizione del cliente 24 ore su 24 online. Un punto di riferimento in cui ci si può immergere nel magico mondo del vino tra più di 630 etichette di vini nazionali (tra cui, per citarne solo alcuni: Franciacorta Bellavista, Sassicaia, Amarone della Valpolicella) internazionali selezionati (Champagne Cristal, Champagne Ruinart, Champagne Krug), oli extra vergine di oliva, aceti balsamici e tradizionali, liquori, prelibatezze dal dolce al salato, un vero punto di riferimento per tutti gli appassionati del mondo del vino e non solo.

Enotecalecantinedeidogi è una enoteca da provare, per scoprire che è davvero diversa da tutte le altre.

VISITA SITO UFFICIALE:
http://www.enotecalecantinedeidogi.com

venerdì 28 gennaio 2011

Bocconcino-Caramelle Gueffus


Gueffus

Tempo di Preparazione: 40 minuti



* 300 gr di mandorle spellate e macinate
* 300 gr di zucchero semolato
* 1 scorza di limone gratuggiata
* 2 cucchiai di acqua di fiori d'arancio
* q.b. di anice o sambuca
* 1/2 bicchiere di acqua
* q.b. di carta velina colori pastello per il confezionamento

Preparazione
1. Tritate le mandorle.
2. Mettete in un pentolino metà dello zucchero e mezzo bicchiere di acqua, scaldate a fuoco moderato e sempre mescolando lasciate che lo zucchero si addensi.
3. Aggiungete le mandorle tritate, la scorza grattugiata del limone e due cucchiai di acqua di fiori d'arancia.
4. Fate cuocere, mescolando spesso, sino ad avere un composto sodo: mettetelo sul piano di lavoro.
5. Quando l'impasto sarà divenuto tiepido bagnatevi le mani con il liquore e formate con il composto circa 50 bocconcini della dimensione di una polpetta.
6. Rigiratele nel restante zucchero, coprendole perfettamente, poi incartatele a mò di caramella usando la carta velina colorata precedentemente ritagliata e sfrangiata alle estremità.

domenica 16 gennaio 2011

CAMBIAMENTO VITA

ISTRUZIONI PER LA VITA:

Mangia molto riso integrale.
Dai alla gente più di quello che si aspetta e fallo con gusto.
Non credere in tutto quello che ascolti, non spendere tutto quello che possiedi e non dormire quanto vorresti.
Quando dici "ti amo", dillo sul serio...
Quando dici "mi dispiace", guarda negli occhi la persona.
Non prenderti gioco mai dei sogni degli altri.
Ama profondamente e appassionatamente. Puoi uscirne ferito, però è l'unico modo di vivere la vita completamente.
Parla lentamente, ma pensa con rapidità.
Se qualcuno ti fa una domanda alla quale non vuoi rispondere, sorridi.
Ricorda che il più grande amore e i maggiori successi comportano maggiori rischi.
Dì "salute", quando senti starnutire qualcuno.
Quando perdi, non perdere la lezione.
Ricorda le tre "R": rispetto verso te stesso; rispetto verso gli altri; responsabilità per tutte le tue azioni.
Quando ti rendi conto che hai commesso un errore, correggilo immediatamente.
Sorridi quando rispondi al telefono. Chi ti chiama lo potrà sentire nella tua voce.
Passa un po' di tempo in solitudine.
Apri le braccia al cambiamento, però non disfarti dei tuoi valori.
Ricorda che il silenzio è, a volte, la migliore risposta.
Non rivangare il passato.
Sii gentile con il pianeta...
Prega. È racchiuso un potere incommensurabile nella preghiera.
Non interrompere mai qualcuno che ti stia mostrando affetto.
Non fidarti di un uomo/donna che non chiuda gli occhi quando lo/la baci.
Una volta all'anno, visita un luogo nel quale tu non sia mai stato.
Se guadagni molto denaro, mettilo a disposizione per aiutare gli altri quando sei ancora in vita. Questa è la maggiore soddisfazione che la fortuna ti possa dare.
Ricorda che non ottenere quello che vuoi è, a volte, un colpo di fortuna.
Impara tutte le regole e poi, infrangine qualcuna...

Non sono morta ma neanche mai nata, sono di passaggio...
Attualmente Vivo in un mondo tutto mio, di meditazioni, di riflessioni...sono felice cosi e sono sempre Gaia Montebello... unica...

sabato 8 gennaio 2011

PEPERONI IN AGRODOLCE

PEPERONI IN AGRODOLCE
* 2 kg di peperoni gialli/rossi
* 1 l di aceto bianco
* 200 gr di zucchero
* 100 gr di sale grosso
* 1 bicchiere di olio (di semi)

1. Pulire i peperoni togliendo i semi, tagliare i sudetti per la lunga in 6/8 parti ,mettere tutti gli ingredienti in una pentola, far bollire per due minuti rimescolando il tutto.
2. Togliere i peperoni dalla pentola.
3. Lasciare rafreddare e invasare con il suo liquido.
4. Ricordarsi poi di sterilizzare i vasi.

Confettura di peperoni


Confettura di peperoni 2009

PREPARAZIONE:
1,6 Kg di peperoni rossi e gialli (peso netto)
650 g di miele di acacia
2 mele acerbe grattugiate
succo di 1 limone
1/2 stecca di vaniglia
50 g di cassonade

Lavare molto bene i peperoni, tagliarli a metà, privarli dei semi e dei filamenti bianchi, ridurli a striscioline con un coltello affilatissimo.Versarli in una casseruola dal fondo pesante, coprirli con il succo di limone, il miele, i semi di vaniglia e le mele grattugiate. Cuocere coperto per circa 60'. Unire la cassonade e continuare la cottura per circa 30' o finché la confettura avrà raggiunto la giusta consistenza. Attenzione a non stracuocere, perché il risultato sarebbe un pezzo di marmo appiccicoso. Invasare bollente nei vasi caldi sterilizzati. Tappare immediatamente, capovolgere. Si riempiono 6

vasetti Bormioli piccoli.

http://labelleauberge.blogspot.com/

Bayles fatto in casa

Liquore di dulce de leche
Ingredienti:
300 gr di dulce de leche (io fatto COSI'!)
300 gr di whisky (io 180 di tequila e 120 di rum)
300 gr di panna fresca (io a lunga conservazione)
1 cucchiaio di caffè solubile
1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Versare il dulce de leche in una ciotola capiente. Aggiungere il caffè solubile sciolto in un cucchiaio di acqua calda e mescolare bene.Versare poi l'estratto di vaniglia, il whisky e infine la panna e mescolare con una frusta in modo da ottenere un liquido piuttosto denso e liscio (io ho dato una bella girata col minipimer). Versare in una bottiglia e conservare al fresco fino a 2 settimane.

Granita piccante di papaia, melone e lime


Siamo ancora in pieno inverno....scaricate questa ricetta per la prossima primavera.

Ingredienti

* Peperoncino in polvere
* Papaia 1 numero
* Melone 1 numero
* Prosciutto crudo 4 fette
* Sale
* Lime succo 2 numero

Preparazione

1 melone maturo
1 papaia matura
il succo di 2 lime
peperoncino piccante in polvere
4 fette di prosciutto crudo abbrustolito in forno o di bacon
sale

COME SI PREPARA
Sbucciate il melone e la papaia, frullateli fino a ridurli in crema. Preparate sul fuoco uno sciroppo con 50 gr. di zucchero e 1 dl. di acqua, lasciate raffreddare poi aggiungetelo alla frutta con il succo dei lime, una grossa presa di peperoncino in polvere, una presa di sale. Assaggiate e regolate il peperoncino. Versate tutto in una ciotola e mettetela in freezer. Dopo 30 minuti mescolate e ripetete l'operazione ogni 20 minuti circa. Riempite i bicchieri con la granita e guarnite con il prosciutto croccante. La granita è ottima anche con prosciutto non essiccato.

La Cassoeula


La Cassoeula (anche casoeula, cassouela, casoela, cassuola e cazzuola)

Far bollire per circa un'ora, in una pentola con acqua bollente, i piedini di maiale tagliati a metà, le cotenne e le orecchie (Facoltativo: serve per sgrassare il maiale, se volete un piatto più o meno grasso diminuite o aumentate la durata di questa operazione).

In un casseruola grande, a fuoco lento, mettere il burro e far soffriggere la cipolla affettata, aggiungere le costine di maiale, l'orecchie e le cotenne tagliate a piccole strisce. Cuocere facendo rosolare bene a fuoco vivace le carni. Aggiungere sedano e carote, versare il vino bianco e farlo sfumare. Aggiungere un mestolo di brodo, mettere il sale (volendo il pepe) e rimescolare il tutto. Mettere il coperchio e lasciare sul fuoco molto basso per almeno un'ora controllando che non si attacchi al fondo (nel caso aggiungere altro brodo).

Intanto pulire la verza, tagliarla a pezzi grossolanamente e cuocerla a fuoco basso in una pentola coperta con pochissima acqua finche non appassisce (5-10 minuti). Metterla quindi nella casseruola delle carni insieme alla luganega tagliata a pezzi ed ai verzini interi. Mettere il coperchio e far cuocere a fuoco moderato per altri 30 o 45 minuti controllando che non si attacchi al fondo.

Provvedere ogni tanto a rimuovere il grasso in superficie.

Servire ben caldo con la polenta e un buon vino rosso mosso ma non abboccato (es. Barbera del Monferrato).

FARINATA DI CECI


E' da un po' che non scrivo qui... presa con il lavoro!

ingredienti:
250 g di farina di ceci
750 cc di acqua
1 pizzicone di sale
pepe abbondante
1 rametto di rosmarino
4 o 5 cucchiai di olio extra

facile, facile...

stemperare accuratamente la farina con poca acqua, procedere aggiungendo l'acqua poca per volta perchè la farina di ceci tende ad essere "grumolosa"
Mettete il rametto di rosmarino in infusione nella pastella (facoltativo) e lasciatela riposare per almeno quattro ore, ma potete prolungare il riposo quanto volete, ogni tanto date una giratina alla pastella.
Dopo il riposo, aggiungete due o tre cucchiai d'olio, il pepe e il sale e mescolate.
Ungete con il restate olio una teglia per pizza versate la pastella e cuocete in forno molto caldo per una buona mezz'ora.
La pastella si trasformerà in una croccante farinata che il gatto Panzerotto vi consiglia di mangiare caldissima!!!

Ciaooo!!