Il Girone dei Golosi

Ricette gustose di Sandra Bubù

Amo cucinare, fotografare le mie pietanze, commentare le mie esperienze in giro per il mondo.
Da un prodotto povero e genuino trasformo in una pietanza chic.

Troverete le mie ricette, ricette di chef famosi e colleghi e di amiche appassionate per la culinaria

"La cucina è
l'atto più privato e rischioso. Nella cucina cè la tenerezza o il odio.
Si versa
nella padella condimento o veleno.
Cucinare
non è il servizio.
Cucinare
è un modo di amare gli altri. "


https://www.facebook.com/kikafrizzantina


cuoca, chef, masterchef, food, ristoranti, ricette, cucina, carlo cracco, joe bastianich, carne, grigliata, cook,


lunedì 31 maggio 2010

LeccaLecca di caramello


Ho letto da qualche parte che qualcuno cercava il metodo per farlo un leccalecca al caramelo per decorare un dolce o altri piatti(salati).
Ho provata in due modi:
Uno con il pentolino, risultato disastroso, era troppo solida , oppure troppo dura...il secondo invece ho preparata nel forno micro onde in una carta forno. Appena, appena un strato sottile di zucchero, temperatura media e 1minuto e mezzo e non di più, subito dopo il bastoncino prima che si raffreda.
Eccoli i risultati! Il giusto è quello scuro, non sò se riuscite a vedere la trasparenza. Ideale per comporre pietanze! Vedi anche nelle foto nel post sotto, il primo piatto con fette di anguria è scaglie di caramelo fatto nel pentolino e il secondo è con il leccalecca nel micro onde e scaglie di caramelo preparate nel pentolino.

Sandra Caxambu

Anguria al caramello



Fresco...fresco..fresco! Spuntino del pomeriggio.
Fette di anguria senza semi
Petale di rosa cristalizzate
pezzetini di caramelo e lecca lecca al caramelo
Fine: Gustatela

Finger Food e chef a domicilio!
Gaia Montebello

Pasta lasagna con gamberi e asparagi


Con la pasta di lasagna ho preparato un delizioso piatto....tutto per me! Praticamente come ravioli aperti.

Ingredienti:
Gamberi
Asparagi
Pomodoro fresco
Semi di papavero
Cipolla
Sale
Pepe
Mezzo cucchiao di panna
Pasta per lasagna
Scoza di limone non tratato

Preparazione:
Usate la fantasia!

Finger Food a Domicilio visitare il sito

sabato 29 maggio 2010

Bicchierini di Caipirinha-La Fucina Culinaria


Caipirinha
Ingredienti(per 10-12 bicchierini piccoli)

70g di zucchero semolato
1 tuorlo d'uovo
il succo di 3 lime
1 cucchiaio di Cointreau
3 g di colla di pesce
150 ml di panna fresca
5 biscuit à la cuiller
lamponi,more per decorare

Procedimento:
In un piccolo tegame far bollire 2 cucchiai diacqua con 50 g di zucchero.
Versare lo sciroppo bollente sul tuorlo d'uovo,montare a forte velocità. Mettere il composto sul fuoco e cuocere,mescolando,fino a quando la crema diventa densa.
Aggiungere 2g di colla di pesce (1 foglio) precedentemente ammollata in acqua fredda.
Far raffreddare la crema sbattendola a forte velocità con le fruste.Aggiungere poi metà del succo dei lime,il cucchiaio di Cointreau e la panna montata.
In ogni bicchiere porre sul fondo un pezzetto di biscuit e poi la crema fino a tre quarti.
Mettere i bicchieri in frigo.
Prima di servirli completare i bicchieri con la gelatina di lime,preparata con il rimanente succo,20g di zucchero ed metà foglio di colla di pesce.
Decorare con more o lamponi e scorzette di lime.

Autore ricetta "LA FUCINA CULINARIA"

Creme Caramel


Ormai molti sono abituati a comprare le buste di crème caramel al supermercato e a prepararlo in 10 minuti di orologio. Ma volete mettere il sapore (e la genuinità!) di un crème caramel fresco. E poi la soddisfazione che prova la cuoca nel vedere le facce estasiate dei commensali … Ecco e istruzioni per fare un ottimo crème caramel:

Scaldare 1 litro di latte dopo avervi aggiunto 2 scorzette di limone. Spegnere appena prima che il latte inizi a bollire
Intanto rompere 4 uova in una ciotola mescolando con una fruta mentre si versano 75 grammi di zucchero (non sbattere con forza). Unire il resto della scorza grattugiata del limone e 1 goccia di rum.
Quando il latte è caldo, versarlo sulle uova in un solo colpo facendolo passare attraverso un colino. Mescolare subito con la frusta senza sbattere. Versare 75 grammi di zucchero in un padellino a fondo spesso e unirvi 3-4 gocce di succo di limone; fare caramellare a fuoco medio, senza mescolare, finché il caramello non sia appena ambrato. Caramellare lo stampo inclinandolo in ogni direzione.
Versare la crema nello stampo e adagiarlo in un contenitore più grande contenente acqua tiepida. Cuocere in forno a 160° per 45 minuti. Lasciare raffreddare nel bagnomaria, poi riporre in frigorifero per almeno 2 ore.

Per decorare:
Lampone e more
Oppure nocce di cocco in scaglie

La Birosca di Gaia

venerdì 28 maggio 2010

Ravioli al carciofo


Per la pasta:
2 uova
200g di farina circa
1 cucchiaio d'olio
1 pizzico di sale

Per il ripieno:
3 carciofi romaneschi con gambi
150g patata lessa fredda e schiacciata
1 fetta spessa di prosciutto (per la versione con prosciutto)
1/2 cipolla media
1 spicchio d'aglio
brodo vegetale q.b.
olio di oliva
3 cucchiai colmi di parmiggiano reggiano
mentuccia q.b.
1/2 uovo sbattuto
pangrattato (solo in caso di necessita')

Impastare farina,uovo e olio e formare un bel panetto di pasta liscia e soda,mettere a riposare per una ventina di minuti e nel frattempo preparare il ripieno.
Pulire i carciofi e tagliarli a spicchi sottili gambi compresi,conservarli nell'acqua acidulata con il limone e preparare un soffritto con olio cipolla e l'aglio schiacciato.

Eliminare l'aglio ed unire i carciofi scolati,cuocere fino a che non saranno teneri unendo ogni tanto un po' di brodo di verdure,poco prima della fine della cottura unire la mentuccia in quantità desiderata (certo che....se dovete mettercela...fate in modo che si senta!!!!).

Una volta cotti tenere da parte un terzo dei carciofi per spadellare i ravioli e frullare il resto insieme alla patata e a un goccio di brodo vegetale,deve risultare una pasta abbastanza densa.
Unire il parmiggiano reggiano,la metà di un uovo sbattuto e solo se la pasta dovesse risultare troppo morbida un poco di pane grattugiato,ma nn dovrebbe servire.

Formare i ravioli come sempre e cuocerli in abbondante acqua salata,è importante che l'acqua sia appena fremente e non bolla in modo violento perchè i ravioli potrebbero aprirsi.
Scolare i ravioli con una schiumarola e passarli in padella con i carciofi rimasti,unire se necessario ancora un goccio d'olio e poca acqua di cottura.
Spadellarli gentilmente ed impiattarli decorando con una fogliolina di mentuccia.

Io sono assolutamente contraria all'uso del burro nei ravioli con le verdure amare come carciofi o asparagi,l'olio di oliva è decisamente la scelta migliore!

giovedì 27 maggio 2010

Gelato al cocco


Ingredienti:

200 ml di latte di cocco
100 ml di latte
250 ml di panna
125 gr di zucchero
25 gr di farina di cocco grattugiata
10 foglioline di menta fresca
qualche fettina di cocco per decorare

In un pentolino versare il latte e il latte di cocco. Intiepidirlo e sciogliere lo zucchero. Aggiungere la farina di cocco, mescolare e togliere dal fuoco. Lasciare raffreddare e poi passare il composto per almeno due ore in frigorifero, avendo cura di mescolarlo di tanto in tanto.
Versare il composto nella gelatiera e aggiungere la panna e le foglioline di menta finemente sminuzzate. Mettere in funzione la gelatiera e lasciarla lavorare finchè il gelato non è pronto.





Autore riccetta visita blog

martedì 25 maggio 2010

Frozen Drink- White Lady Frappé


Ingredienti:

Cointreau, 3 cl
Gin, 3 cl
Gelato al limone 40 g
Latte intero freddo 15 cl

Per decorare:
Limone una fetta
Scorza di 1/2 arancia
Ciliegia, 1

Preparazione:
Frullate nel blender il gelato e il latte con il ghiaccio tritato.
Aggiungete il Gin e il Cointreau poco prima che il frappé sia pronto.
Quando il drink appare liscio e omogeneo, versatelo nel tumbler alto e decorando con la fetta di limone, la spirale di scorza d'arancia e la ciliegia.

Bere in modo responsabile!! "Si vive una volta sola"

La Birosca di Gaia

BLOODY MARY-VIAGRA NATURALE


Non cè niente di meglio che dopo una serata di baruffa con gli amici un bel Bloody Mary in mattinata presto! Non sono maschio, ma penso che è meglio del Viagra.

ingredienti:
Vodka 3/10
Succo di pomodoro 6/10
Succo di liomne 1/10
Tabasco, 2 spruzzi
Salsa Worcester 2 spruzzi
Sale di sedano
Sale e pepe

Preparazione:
Preparatelo direttamente nello shaker rafreddato e scolato dell'acqua in accesso.
Miscelate prima Vodka e succo di pomodoro.
Poi condite con il succo di limone, la salsa Worcester, il tabasco, un pizzico di sale, uno di pepe e uno di sale di sedano.
Infine versate nel tumbler medio.
Il nome di questo cocktail allude alla sua spiccata coloeazione rossa, che inevitabilmente richiama sangue, quello di cui si sarebbe macchiata nel suo breve regno Maria Tudor, "Maria Sanquinaria", regina d'inghilterra dal 1553 al 1558. Negli Stati Uniti è chiamato anche Red Snapper per evitare il nome Bloody Mary, qui ritenuto volgare.

Bere responsabile!

La Birosca di Gaia

Tartine alla crema di zucca


Ingredieti:
8 fette di pancarre
200 g. di polpa di zucca
1 avocado
50 g di parmigiano
1/2 di panna
1/2 di vino bianco
un rametto di rosmarino
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di semi di papavero
noce moscata
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
sale qb

Preparazione:
Tagliate la polpa di zucca a pezzettini e fatela rasolare con l'aglio schicciato e il rosmarino in un po' d'olio.
Lasciate insaporire a fiamma viva mescolando continuamente.
Bagnate con il vino e fate cuocere per circa 20 minuti a fuoco basso e a recipiente coperto.
A cottura ultimata passate la zucca al mixer, ottenendo una purea.

Versatela in un terrina e incorporatevi il parmigiano, il tuorlo, insaporite con noce moscata e aggiustate di sale. A parte, montate la panna e incorporatela delicatamente alla purea di zucca.

Da mangiare accompAgNata da una bella bionda LA BIRRAA!!

La Birosca di Gaia

Burri composti


Burro al basilico
Ingredienti
100 g di burro
una manciata di foglie di basilico o i fiori
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di succo di limone
un pizzico di sale
una macinata di pepe

Preparazione:
Tritate molto finemente una manciata di foglie di basilico freschissimo assiem a 1 spicchio d'aglio, quindi amalgamate il tutto al burro lavorato a crema.
Quando avrete ottenuto un composto omogeneo, aromatizzate con 1 cucchiaio du succo di limone, un pizzico di sale e una macinata di pepe.

In una pellicola mettere tutto il composto e portare al freezer.
Ottimo per spalmare nel pane, insaporire la pasta e molto altro.
Potete usare altre spezie, curry, aglio, acciughe, ecc...

La Birosca di Gaia

Sformatini di carote


INGREDIENTI per 6-8 persone

* 1 kg di carote
* 2 uova
* 2 cucchiai di panna
* 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
* noce moscata
* 1 cucchiaino di spezie miste (per esempio zenzero, curry, cumino, cannella, paprica, peperoncino)
* 50 g di burro
* 2 cucchiai di pangrattato
* 2-3 cipolle rosse
* 1 cucchiaio di zucchero
* 10 mandorle
* sale e pepe

PREPARAZIONE

1. Scaldate il forno a 180°.
2. Pulite le carote, tagliatele a pezzetti e cuocetele al vapore per 15 minuti o in pentola a pressione: devono risultare morbide.
3. Frullate le carote con le uova, la panna, il parmigiano, le spezie, sale e pepe fino a ottenere un composto omogeneo.
4. Imburrate 6-8 stampini e ospargeteli di pane grattugiato, quindi versatevi il composto. Cuoceteli in fornoa 200°C mettendo sul fondo del forno una vaschetta con un po' d'acqua. Devono cuocere circa 40 minuti, ma prima di terminare la cottura assicuratevi che si siano asciugati, altrimenti al momento di sformarli si romperanno.
5. Sbucciate le cipolle rosse, mettetele in una padella con il resto del burro, salate, pepate e lasciatele dorare; quindi cospargetele con lo zucchero e lasciatele caramellare finchè non sono morbide.
6. Riduete le mandorle a lamelle o anche a granella e tostatele leggermente in padella.
7. Sformate i tortini e sistemateli sul piatto di portata, guarniteli con le cipolle caramellate e le mandorle tostate.

La Birosca

lunedì 24 maggio 2010

Tortini alle rose


Devo dire che i tortini alle rose così decorati sono molto belli da presentare e al gusto risultano profumati e non pesanti, come tutte le ricette con i fiori. Sono ideali per una meranda divertente per i bambini o un tè delicato con le amiche. Omettendo lo sciroppo di rose potrere insaporire i tortini a vostro piacimento.

Ingredienti x circa 7 tortini: 3 albumi, 100 gr. di zucchero, 2 cucchiai di sciroppo di rose, 80 gr. farina 00, 75 gr. di burro.

Per la decorazione: petali di rosa cristalizzati

Montare a neve fermissima gli albumi. Con una spatola (io ho usato una spatola in silicone) aggiungere delicatamente seguendo questo ordine: zucchero, burro, sciroppo di rose e farina, fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Imburrate e infarinate dei pirottini in alluminio, e riempiteli di composto fino a 3/4 della loro grandezza. Cuocerli in forno caldo ventilato a 150° per circa 20 minuti. Le tortine devono risultare dorate all’esterno e chiare all’interno. Lasciarle raffreddare prima di sformarle dai pirottini, e servire con i petali di rosa cristallizzati.


La Birosca

Gelato alla cannella

Non sò voi, IO adoro la cannella...

Ingredienti per (dosi per 4 persone)

  • 600 ml di latte
  • 300 ml di panna
  • 250 g di zucchero
  • 6 tuorli
  • 1 baccello di vaniglia
  • 1 stecca di cannella

Preparazione

Mettete il latte in una ciotola e scaldatelo a bagnomaria con un pò di zucchero e la vaniglia, fate scaldare fino a completo scioglimento dello zucchero senza però arrivare all’ebollizione.

In una ciotola sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad avere un composto spumoso, unite a filo il latte, dal quale avrete tolto la vaniglia, in questa crema mettete la cannella a pezzetti e fate riposare per almeno due ore, in teoria più la cannella sta in infusione è meglio è.

Togliete la cannella e poi incorporate la panna montata a neve. Mescolate bene e poi versate il composto nella gelatiera, seguendo le indicazioni indicate nel vostro elettrodomestico, nella mia ci vogliono circa 30 minuti. Poi trasferite il gelato in una ciotola e mettetelo in freezer.

Servite gelato con le cialdine da gelato e decorate con un pezzetto di stecca di cannella.

La Birosca di Gaia

Gelato al tè verde


Ingredienti:

* 170 ml di latte
* 2 tuorli d’uovo
* 75 gr di zucchero
* 170 ml di panna
* 15 gr di polvere di tè verde
* 45 ml di acqua calda

Preparazione:
1. Mescola l’acqua calda e il tè verde in polvere in una ciotola e metti da parte. 2. Sbatti leggermente i tuorli in una pentola. 3. Aggiungi lo zucchero e mescola bene. 4. Guadualmente aggiungi il latte e mescola bene. 5. Metti la pentola a fuoco basso e scalda il tutto, mescolando costantemente. 6. Quando il composto è addensato, togli la pentola dal fuoco. 7. Metti a bagno la parte inferiore della pentola in acqua gelata e fai raffreddare. 8. Aggiungi il tè verde e mescola bene, facendo raffreddare in acqua fredda. 9. Aggiungi la panna montata al composto e mescola delicatamente. 10. Versa il composto in una gelatiera e congela. Oppure, versa il composto in un contenitore e congela, mescolando alcune volte. 4-6 porzioni.



Sorbetto al tè verde

Ingredienti:

  • 15 gr di maccha (tè verde in polvere)
  • 100 gr di zucchero
  • 470 ml di acqua

Preparazione:

  1. Unisci zucchero e ttè verde in una ciotola.
  2. Metti l’acqua e il composto in una pentola.
  3. Scalda finchè lo zucchero non è sciolto.
  4. Metti a bagno la pentola in una ciotola di acqua fredda per raffreddare il liquido a temperatura ambiente.
  5. Versa il liquido in un contenitore per congelare e mettilo nel freezer.
  6. Mescola il sorbetto ogni 30 minuti o un’ora.
  7. Congela finchè il sorbetto non è quasi ghiacciato. Servi in un bicchiere.

4 porzioni.

La Birosca di Gaia

venerdì 21 maggio 2010

Cialde di parmigiano e asparaggi


La stessa ricetta dei Lecca Lecca al parmigiano potete fare anche delle cialde e riempire di verdure saltate in piastra.
Inredienti x 4 persone:

1 mazzetto di asparagi

100 gr. di speck

100 gr. di parmigiano reggiano

1 scalogno

olio extra vergine d'oliva

sale

peperoncino

Preparazione:

Togliere la parte + dura agli asparagi, lavarli, tagliarli a tocchetti, sbollentarli x alcuni minuti e scolarli. Affettare molto sottile lo scalogno, metterlo in un tegame basso insieme all'olio e farlo rosolare leggermente, aggiungere gli asparagi e farli saltare mescolando; unire lo speck tagliato a listarelle e il peperoncino, continuare a mescolare in modo da far insaporire il tutto. Fare scaldare leggermente un tegame basso e piccolo e mettervi 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, avendo cura di allargarlo, dopo circa 1 minuto si sarà formata la cialda, con la punta di un coltello, sollevarla, mettere sopra il composto di asparagi e sollevare i due lembi in modo da formare il cornetto, fissare con uno stuzzicadenti (toglierlo appena la cialda si sarà raffreddata). Continuare per gli altri cornetti, decorare a piacere.



La Birosca di Gaia

Mercato


Ogni sabato, come d'abitudine, vado al nostro mercato settimanale. Veramente adoro i mercati in un modo quasi preoccupante: ovunque vado, in Italia o al estero, cerco i mercati locali e ci vado a curiosare e, spesso, a fare le spese.
Dal Marocco un enorme Tajine, dalla Spagna ritorno con una paellerea...insomma amo le cose fesche e insolite.

La Birosca di Gaia

Lecca Lecca al formaggio


Una idea divertente e gustosa per un antipasto particolare e per decorare le portate.
Per 6 persone

* 125 gr formaggio emmental o parmigiano grattugiato(meglio parmigiano)
* spiedini di legno

Rivestite una teglia con carta da forno.
Con l’aiuto di un anello del diametro di circa 5 cm formate dei cerchi di formaggio grattugiato di circa 3 mm. di spessore. Adagiate in ogni cerchio uno spiedino di bambù per formare il lecca lecca.
Infornate a 150° per pochi minuti, fino a quando il formaggio si è sciolto. Fare raffreddare e servire.

La Birosca di Gaia

Chips di barbabietole crude


Stanchi delle solite patatine da servire con l’aperitivo volete proporre qualcosa di insolito e di gustoso, allora provate queste deliziose, e molto colorate, chips di barbabietola.

Preparazione
Per questa ricetta potete usare sia le barbabietole rosse che trovate già cotte al forno, che le stesse barbabietole crude. Quello che potete trovare penso che dipenda poi da dove vivete; per esempio in Liguria le barbabietole crude sono praticamente impossibili, mentre quelle al forno si trovano da ogni fruttivendolo, praticamente sempre.

Sbucciate la barbabietola, lavatela sotto l’acqua corrente ed asciugatela bene. Attenzione che questa operazione vi renderà le mani molto rosse.

Tagliate la barbabietola prima in pezzi regolari, e poi a fettine molto sottili.

Friggete le fettine di barbabietola nell’olio ben caldo, poi mettetele a perdere l’eccesso di unto su carta da cucina. Salate e servite subito.

Ovviamente, potete usre queste chips anche come contorno, o per decorare delle portate.
Io personalmente la trovo dal mio fruttivendolo, a richiesta naturalmente.
Autore ricetta: www.buttalapasta.it

giovedì 20 maggio 2010

Gelato al peperone rosso

Oggi è solo gelato, inizia le giornate calde e mi vieni voglia di gelato. Ma squisiti!! Insomma un po' di sole...ci è mancato.
Gelato al peperone rosso .
Ottimo da abbinare con salmone fresco o affumicato.

Ricetta per 6 persone:
1/2 l di latte, 200 cl di panna, 120 gr di zucchero, 120 gr di peperone rosso dolce (pulito).
Far stufare il peperone, tagliato a listarelle, a fuoco dolce con poca acqua, per renderlo morbido; lasciarlo raffreddare e passarlo al mixer con i capperi e il sale.
Sciogliere lo zucchero nel latte tiepido e unire il passato di peperone; quando il tutto è freddo, aggiungere la panna e fare il gelato.

La Birosca di Gaia- aggiunge un posto a tavola

Gelato al cetriolo


Ricetta:
2 kg. cetrioli, 150 g. zucchero, 200 g. acqua, succo di 2 limoni, 4 albumi d’uovo, 300 g. fragole, 300 g. zucchero, 600ml succo di limone, 200 g. zucchero, 3 albumi, aceto balsamico 200 g. Sbucciare i cetrioli, mantenere le bucce e tagliarle sottilissime.
Frullarli mentre a parte si pone a bollire acqua e zucchero a 121 °.
Unire il cetriolo con lo sciroppo, versare nella gelatiera, mantecare ed unire il succo di limone, quindi gli albumi, montare e togliere il gelato quando è pronto.

La Birosca di Gaia Solo squisitezze

Gelato allo zenzero


La ricetta:
200 g di polpa di ananas fresco; un cucchiaino di zenzero fresco; 200g di yoghurt magro, 2 cucchiai di miele di fiori;1 cucchiaio di zucchero.
Passare l’ananas e lo zenzero sbucciato al blender fino a ottenere un composto omogeneo. Aggiungere lo yoghurt, il miele e lo zucchero e mescolare bene.
Versare il tutto nella gelatiera e farla funzionare fino a ottenere una massa compatta. Servire con fettine di ananas sottilissime.

La Birosca di Gaia- Per i buon forchettoni

Gelato al parmigiano

Questo gustosissimo gelato vi consiglio per dopo il secondo piatto a base di carne bianca.

Ricetta per 4 persone:
100g di Parmigiano, 1,6 dl di panna fresca e un po' di pepe. Amalgamare panna e parmigiano e cuocere a bagnomaria, mescolando, per circa 15'. Si otterrà una miscela densa. Filtrarla, pepare e mettere in frigorifero per una notte.
Al momento di servire farne delle palline con l'utensile da gelati e servirle su dischi tiepidi di polenta arrostita con una salsina al tartufo, oppure con crostini di pan carrè tostati, uva e pere ed uno spruzzo di aceto balsamico.

La Birosca di Gaia

Gelato alle rose


Ho un palato che cerca solo le cose buone e squisite.

Rosa da sciroppo 24 petali
Zucchero semolato 200 grammi
Acqua 1 bicchiere
Essenza di vaniglia 1 fialetta
Tuorli 3
Rosolio 1 bicchierino
Panna 50 cl

Lavate ed asciugare i petali.

In un pentolino fate lo sciroppo con lo zucchero e l’acqua e quando sarà pronto togliete dal fuoco, aggiungete la fialetta di vaniglia e versatelo immediatamente sui petali di rosa che saranno posizionati in un contenitore stretto e a bordi alti (per trattenere quanto più possibile il calore).

Lasciate riposare per circa mezz’ora (meglio 45 minuti) e quindi togliete i petali.

In una terrina mettete i tuorli e versateci l’infusione mescolando delicatamente e continuamente.

Cuocete il tutto a bagnomaria sino a quando non otterrete un composto denso.

Raffreddate a temperatura ambiente, unite il liquore, la panna e mescolate.

Ponete in freezer per almeno 4 ore e comunque sino a che non sarà solido al punto giusto oppure inserite nel cestello della gelatiera e seguite le istruzioni del fabbricante.

La Birosca di Gaia

Gelato al gorgonzola


Ricetta:
100 gr di gorgonzola, 100 gr di latte intero caldo, 150 gr di panna fresca, un cucchiaio (circa 10 gr) di sciroppo di glucosio.
Far sciogliere il gorgonzola nel latte, aggiungere il glucosio, la panna e far freddare rapidamente. Passare in gelatiera.

La Birosca di Gaia

INVITO -DEGUSTAZIONE GOURMET

Progetto Vivere la Natura

Avete mai pranzato comodamente seduti attorno a una lunga tavola bianca apparecchiata tra gli ulivi?
Ritrovare una vecchia e buona abitudine. Sana ed economica.
Per festeggiare un compleanno, una rimpatriata fra amici o anche solo per rilassarsi un po' .
La tavola scende in campo, prendete posto!
Una tovaglia bianca, un campo, mani, chiacchiere, terra, passami il pane, polli, il sole, versa un bicerin di vin, la pioggia.
Una lunga passeggiata in mezza la natura verde è ideal per chi è sotto lo stress quotidiano.
In città centinaia di negozi cinesi con prodotti scaduti, manifesti di campagna politica apiccicati daperttutto con volti cinici dei futuri "scalda poltrona", vigili inferociti, scipatori in pieno mezzo giorno...
Certo che per sopravivere bisogna corre, darsi da fare...ma il tempo esite ancora per dedicarsi al proprio benessere psicofisico!!
E' una far conoscere le facce, i luoghi, i prodotti, la natura. Portare la tavola fuori (campo, uliveto, vigneto, orto ), in un giro di vento, e utilizzarla come punto di ritrovo.
Eventi a Lago di Garda a campo aperto in mezzo agli ulivi.

Chiedo solo una piccola donazione a discrizione chiuso in busta.
Per informazioni di come partecipare contattarmi .
Valido per tutti!!
Le prenotazione sono aperte fino il 10/06/2010!!

L'evento è solo per le degustione gourmet, prodotti da picnic, prodotti genuini, scambio idee dell'arte culinaria.

Gaia Montebello

mercoledì 19 maggio 2010

Pasta fatta in casa per cannelloni


Per la pasta dei cannelloni:

Impastare bene uova, farina e un pizzico di sale e far riposare la pasta per 30 minuti; tirarla con il matterello fino a 2-3 mm d’altezza e tagliare dei rettangoli di 10 cm per 15. Far bollire una pentola d’acqua salata con un filo d’olio e cuocere i rettangoli di pasta, pochi per volta, per 1-2 minuti (la pasta non deve scuocere), scolarli e metterli in una bacinella con acqua fredda per fermare la cottura, poi stenderli su una tovaglia senza romperli e lasciarli asciugare tamponandoli con un canovaccio.

Preparare la besciamella con il latte, il burro maneggiato con la farina, sale; far cuocere per 10 minuti, poi unire 2 o 3 cucchiai di formaggio e noce moscata. Preparare la salsa di pomodoro con la cipolla e uno spicchio d’aglio tritati e soffritti con poco olio; aggiungere il barattolo di passata di pomodoro (io uso la mia, che faccio d’estate), far cuocere una ventina di minuti e salare. Mettere i rettangoli di pasta sul tagliere, al centro stendere una striscia di ripieno e chiuderli formando il cannellone. Prendere una teglia da forno, imburrarne il fondo e fare un primo strato di cannelloni, uno strato di besciamella sottile e uno con qualche cucchiaiata di salsa di pomodoro. Coprire tutto con una spolverata di formaggio grattugiato. Ricominciare con i cannelloni, besciamella, pomodoro, Parmigiano.

Completato l’ultimo strato, infornare a 180° per 40 minuti, finché non è tutto ben gratinato. Lasciare riposare per una decina di minuti e servire.

la mia ricetta è romagnola e Il mio ripieno è con carciofi!


Gaia Montebello

martedì 18 maggio 2010

Pranzetto per i piccoli con verdure creative




Mi diverto nelle mie pausa dopo il giardinaggio a fare delle cosette creative con delle verdure, cipolloti, cavolo fiori, melanzana, ecc...
Magari per il pranzetto dei bambini in compagnia di loro amichetti...Mangiano e si divertono molto! Ideale anche per loro coompleanni. Pecore in melanzana e cavolo fiori, pupazzetti di cipolloti..

Gaia Montebello

nb: usare stuzzica denti di legno per fissare alcune parti !!

Fiori di Salvia


Oggi sono riuscita a portare a casa un mazzo di fiori di Salvia. Che profumo...Ho fatta una ricerca in internet e ho trovata questa ricetta, leggi sotto.

Passato di piselli al profumo di cedro e fiori di salvia


Ingredienti x 6 bicchierini

200 g circa piselli pazientemente sgranati
cipolla
1 manciata fiori di salvia
1 cedro
1 manciata pinoli
sale / olio evo



Preparazione. Affettare la cipolla e farla appassire in una casseruola con due cucchiai d’olio a fiamma bassa. Quindi unire i piselli sgranati e lavarti, regolare di sale, lasciare insaporire per pochi minuti e aggiungendo acqua, portare a cottura, aggiungendo i fiori di salvia prima di spegnere.
Frullare con succo e polpa di cedro. Distibuire nei bicchierini e guarnire con pinoli tostati (in padella senza aggiunta di grassi), fettine di cedro e fiori di salvia e servire tiepidi o freddi.

Ricetta autore-visita blog

Provero con l'insalata di riso freddo, poi vi farò sapere.

Altri usi:

Le foglie di salvia hanno un gusto pungente ed aromatico ed un aroma penetrante, simile a quello della canfora. Vengono utilizzate in vari modi: in Italia per saporire piatti di carne (in particolare vitello e fegato di vitello) o soffritte con il burro per condire primi piatti; i tedeschi ed i belgi le usano per insaporire le anguille, mentre nei paesi mediterranei vengono infilate negli spiedini alternate a dadini di carne e verdura. Usata nella pasta dei formaggi o delle salsiccie, la salvia tritata insieme alla cipolla viene impiegata anche nella preparazione di ripieni per il maiale ed il pollo.

Sarebbe utile usarla spesso in cucina e anche per preparare tisane molto salutari. Le foglie si raccolgono per tutta l'estate fino all'autunno inoltrato e si possono far seccare (ma perdono buona parte del loro aroma) o, ancor meglio, surgelare.

Ecco alcuni usi empirici della salvia:

· punture di insetti: strofinare le parti interessate con foglie di salvia

· alito cattivo: masticare una foglia di salvia
· denti macchiati: strofinare giornalmente con una foglia di salvia

Gaia Montebello

giovedì 13 maggio 2010

CURCUMA NON E' LO ZAFFERANO


Vorrei ricordarvi alcuni cose molto importante.
La Curcuma è della famiglia dello zafferano, ma non è assoultamente Zafferano!!
Alcune mie amiche sono state in Tunisia e come regalo mi hanno portata la curcuma dicendo che era lo Zafferano. Conosco molto bene il vero Zafferano!!
Dicevano che costa almeno 100 volte più economico che altrove.
Infatti in Tunisia costa poco la Curcuma e i propri tunisini vendono passando per Zafferano "Zafran"

Ma non lo è assolutamente!
E' buona, ma ha un gusto diverso dallo zafferano. Il miglior Zafferano per me è quello del Abruzzo.

Un'altra nota importante:
la pasta fillo non si trova facilmente nei supermercadi, non confondete la pasta sfoglia con la pasta fillo.
La pasta fillo si trova nei negozi orientali è quella per involtini primavera. La pasta fillo è asciuta(secca) e bisogna bagnarle prima del uso. Inveci la pasta frolla è unta!


Per chi soffre di insonnia , provate a prendere un piccolo cucchiaino di curcuma nel latte o succo. Dorme che è una meraviglia. Provoca sonnolenza! fatte attenzione!

Gaia Montebello

Salsa di vino rosso-Per panna cotta


Volevo cambiare un po...
Ho preparato ieri perche non volevo salsa di fragola o il caramello per la panna cotta.
Ottimo per aggiungere alla panna cotta.

Ingredienti:
no bicchieri di vino rosso (se Porto è meglio o comune vino ma buono)
1 cucchiaio di zenzero tritato
1 cucchiaio di zucchero di canna
2 cucchiai di succo di lime (o limone)
2 scorze di lime o limone. Io preferisco il Lime!
Un po' come il vin brulè!!

Preparazione

Mettete tutto in una pentola lasciare cuocere tutto per alcuni minuti.
Servite sopra la panna cotta, molto buona!
Conservare in un vasetto di confettura la rimanenza(infrigo)

Gaia Montebello

mercoledì 12 maggio 2010

Tranci di salmone con macedonia di frutta

In questi giorni ho tanta voglia di cucinare solo del "dolce salato"...agrumi e delicato...piatti estivi e coloratissimi. Da buona brasiliana doc a casa mia non mancano mai: papaia, mango, carambola, lime, ecc... Anche se non è cosi difficile trovare, si trovano i quasi tutti supermercati.

4 tranci di salmone fresco
6 cucchiai di pepe
2 cucchiai di succo di limone
125 ml di succo di lime
1 cucchiaio di timo fresco ytritato.

Macedonia:
1/2 papaia piccola sbucciata
1/4 di anans piccolo pulito
3 scalogni tritati
1 cucchiaio di coriandolo fresco tritato. (si trova nei negozi cinesi ben forniti)
2 cucchiai di succo di limone
3 cucchiai di zucchero
sale e pepe qb

COSPARGETE I TRANCI di salmone con il pepe

1-Mettete il salmone in una terrina poco profonda. Mescolate succo di limone, lime e timo in una brocchetta, versate la metà della marinata sul salmone, copreite e refrigerate per diverse ore.

2-Mettete i tranci su la griglia, o piastra calda e unta; spennellate con la marinata rimasta e cuocete per 5-10 minuti per lado.
Servite con la macedonia sopra i gtranci.

Gaia Montebello

Petto di pollo con frutta

Piatto estivo!
Preparazione: 25 minuti più 3 ore a marinare.
Cottura. 20 minuti
4 porzioni

4 filletti di pello di pollo
185 ml di vino bianco secco
60 ml di oilio d'oliva
2 cucchiai di zenzero grattugiato
1 specchio d'aglio tritato

Frutta mista
1 mango semi maturo,pelato
225 g. di fette di ananas
2 kiwi piccoli
150 g. di anguria sbucciata e senza semi
1 cucchiaio di menta fresca tritata

1-Togliete al pollo tendini e grasso.Metttelo in una terrina bassa.
Mescolate vino, olio, zenzero e aglio in una brocca e versate sul pollo: refrigerate, coperto con pellicola trasparente, diverse ore o tutta la notte, girando i filletti di tanto in tanto. Preparate e accendete il barbecue un'ora prima di cucinare.
2-Mettete i filletti su una griglia, o piastra, calda, leggermente unta.
Cuocete 5-10 minuti per lato e servite immediatamente con la macedonia di frutta, se volete, fette di cipolle arrostite.
NB. Volendo potete anche fare con spiedini!
Buoa apetito!
Gaia Montebello

Pannocchie di mais saporite


E' ancora presto per le pannocchie...spennellatelo d'olio il grano turco cuocetelo sulla griglia del barbecue o e servitelo con burro e pepe. Volendo aggiungetevi sugo di pomodoro speziato. Come spuntino nel pomeriggio è ottimo.
Mi ricordo nel 1993 facevo ancora spettacoli in giro per Italia, ero nel parcheggio interno di un locale a Iseo(BS) per scaricare l'atrezzature di luce e altro co con il mio assitente e bodygard di fiducia, vicino cèra un campo pieno di pannocchie belle mature., non ho perso un minuto per scalvacare il recinto pere rubare qualche pannocchie.
Non mi sono accorta di un elicottero in zona...dopo 10 minuti mi trovo davanti a me una patuglia dei carabinieri. Abbiamo fatto una risata, meno male che il commandante mi conosceva, dovuto il mio personaggio abbastanza noto. Semplicemente ho detto che era solo due pannocchie!!
Ho rischiata una condanna per furto!
Ahaaaaaaa......
Da bambina sono sempre stata un po' ribelle( e tuttora), mi piaceva rubare frutti dal vicino di casa...mango, maracujà, ecc...senza paura di cadere a terra da quellii alberi giganteschi.
Sono stata scottata parecchi volte dai 1000 piedi(processionarie), morsi di cane, punture di vespe,ecc...per di più prendevo un sacco di botte da mia madre. Anche se correro a una velocità incredibile d'intorno al tavolo per scapare di mia madre. Era inutile, era più veloce lei! Con un bastone appena raccolto di un albero mi gonfiava lo stesso. Peccato che in quel periodo non esisteva il telefono azzurro! A parte tutto, ho una mamma adorabile, ero io la indemoniata!

Gaia Montebello

martedì 11 maggio 2010

Confettura di scorza di anguria alla vaniglia


Questa ricetta non è ideata da me.
Sò che delle parte di Ferrara lo fanno.
Penso che è buonissima, siccome io non riesco digerire centrioli e anguria...tanto sono della stessa famiglia.
Proverò.
Non si butta mai via niente!!

1 kg scorza di anguria (pesata doppo che e stata bollita in acqua e acetto e scolate )
1 kg di zucchero
1/2 l acqua
succo di un limone grande (50 ml) o 100 gr glucosio
vaniglia o vaniglina

Dall'anguria si usa solo la parte bianca dalla scorza, insieme con una piccola parte rossa 2-3 mm.
Si pulisce con un coltello o il pellapatate la parte verde, e poi si taglia a cubetti e si fa bollire in acqua e acetto. Per 2 l d'acqua 300 ml acetto di 9 ° ( io ho usato l'aceto di 6° e va bennisimo ). Devono bollire al fuocco basso fino quando diventano transparente come dei piccoli pezzi di vetro ( io 1 1/2 kg di scorze crude ho fatto bollire per 2 ore).
Dopo si devono lavare per bene con acqua fredda, rafredare e scollare per bene ( l'ho lasciato nella scollapasta per tutta la notte) .. e pesare.
Si fano bollire in acqua, zucchero, limone fino quando diventa un sciroppo ( facciamo la prova piattino).
La vaniglia la aggiungiamo per ultima quando sono gia' cotte.
Si invasa nei barattoli con tapo a vite sterilizzati.
Si puo tenere nei baratoli di vetro come tutte le marmelade.


Sono partita da 1 1/2 kg scorze crude e ho invasato tutto in 2 baratoli da 580 gr ( uno pieno e l'altro solo per 3/4 ).

Le scorze di anguria crude prima di essere bollite si possono tenere nel congelatore .. cosi facciamo una raccolta di scorze e ci mettiamo a preparare la confettura una sola volta .

Confettura cipolle di Tropea


Avete presente quei bei taglieri preparati con tanti bei formaggi con sopra confetture di vario tipo, con affettati invitanti e profumi che fanno improvvisamente aumentare la salivazione?
Volete mettere la soddisfazione di presentare come antipasto del pecorino con sopra questa meraviglia? Il procedimento non è complicato, richiede solo un po’ di tempo. Unico inconveniente l’odore di cipolla che pervade la cucina o l’intera casa!


700 gr di cipolle rosse di Tropea
300 gr di zucchero di canna
10 cl di aceto
25 cl di vino rosso
1 pizzico di sale
1 pizzico di pepe bianco

Si fa sciogliere il burro con zucchero e sale in una pentola dal fondo spesso e si continua la cottura fino a che non scurisce.
Si versano le cipolle tagliate fini e si fanno cuocere a fuoco basso per 30 minuti , con coperchio.
Si aggiungono tutti i liquidi e cioè vino, aceto, il pepe, si mescola e si fa cuocere, senza coperchio, fino a che il tutto non si sia addensato e asciugato, sempre mescolando ogni tanto.
Buona buona per accompagnare bolliti e formaggi stagionati.

domenica 9 maggio 2010

Kebab di pesce in agrodolce-Barbecue


750 g. di filetto di pesce bianco (nasello o merluzzo)
225 g. di ananas8in scatola)
1 grosso peperone rosso
3 cucchiaini di di salsa di soia
6 cucchiaini di zucchero di canna
2 cucchiai di aceto bianco
2 cucchiai di salsa di pomodoro
sale e pepe qb

Immergete nell'aaqua per alcune ore gli spiedini di legno

1-Tagliate il pesce in cubetti di 2.5 cm. Scolate l'ananas, conservando due cucchiai di liquido. Tagliate il peperone in riquadri da 2.5 cm. Infilate, alternandoli, pesce, peperone e ananas negli spiedini.

2- Mettete il Kebab in una terrina bassa. Mescolate bene, la salsa di soia, il succo di ananas conservato, zucchero, aceto, salsa e sale; versate la marinata sui Kebab. Refrigerate per alcune ore. Preparate e scaldate il barbecue 1 ora prima di cucinare.

3-Cuocete il Kebab su piastra calda. leggermente unta, spenellando di frequente con la marinata.
2-3 minuti per lato, servite immeditamente con taglierini e insalata verde.

Variazione. sostituite il peperone con altre verdure come zucchine e funghi.

Gaia Montebello

Aragosta in salsa di avocado-Barbecue

















600 ml vi vino bianco secco
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaino di sambal oelek(peperoncini piccanti in vasetto)
1 spicchio d'aglio tritato
1 cucchiaio di olio d'oliva
400 g. di code di aragosta fresche

Salsa avocado:
1 avocado medio maturo schiacciato
3 cucchiaini di succo di limone
2 cucchiai di panna acida
1 pomodoro piccolo tritato fine, sale e pepe, a piacere.

Preparazione:
Mescolate bene vino, miele, sambal, aglio e olio in una brocca.
1- tagliate il guscio delle aragoste lungo la parte morbida nella parte inferiore; apritelo con delizatezza ed estraete la carne con le dita.

2- mettete le aragoste in una terrina bassa e versatevi sopra la marinata. rimescolando.
Coprite e refrigerate alcune ore.
Preparate e accendete il barbecue 1 ora prima di cucinare.
Cuocete le code di aragosta su griglia, o piastra, calda e unta per 5-10 minuti, girando di frequente e spenellando con la marinata.
Tagliatele a medaglioni e servite con la salsa e, se volete, insalata verde.

3- Salsa di avocado:
In una terrina, mescolate bene succo, avocado e panna acida. Amalgamatevi pomodoro, sale e pepe.
Ciaooo
Gaia Montebello

Qui ci vivo...qui sento la natura









Qui ci vivo, qui sento la natura...
I miei gelsomini....